Comunità Terapeutica

COMUNITA' TERAPEUTICA SPECIALISTICA DOPPIA DIAGNOSI

Nel 2000 la Comunità Terapeutica Phoenix attiva un servizio specialistico per il trattamento dei pazienti “Dual Disorder” grazie ad un protocollo d’intesa fra Dipartimento di Salute Mentale – Dipartimento Dipendenze Patologiche della ASL BA/4.

In passato i due disturbi venivano affrontati in tempi diversi e in contesti specifici differenti, per esempio iniziando ad intervenire sul disturbo psichiatrico, dopo aver raggiunto un regime di astensione dalle sostanze. Con questo modo di affrontare le cose, si è assistito, per molto tempo, al drammatico e infruttuoso “rimpallo” di responsabilità e competenza tra i servizi e le istituzioni.

A tale riguardo i servizi della ASL BA (CSM e Ser.T) hanno attuato, in collaborazione con la Phoenix, un modello di trattamento consistente nell’integrazione degli interventi dei due servizi invianti e dell’equipe della comunità, al fine di valutare la migliore efficacia terapeutica.
L’intervento integrato rappresenta la filosofia operativa della Comunità Terapeutica PHOENIX, comprende un percorso che va dal primo contatto al completamento del processo terapeutico_riabilitativo coinvolgendo: CSM, Ser.T, Medici di base, reparto ospedalieri, Servizi Sociali e Tribunale.

La Comunità Phoenix è un contesto protetto e strutturato e fondato sulla gruppalità, in essa convergono la cultura dell’accoglienza, dell’intervento terapeutico, della riabilitazione e dell’inserimento socio-lavorativo.
L’approccio metodologico prevede l’articolazione simultanea di prestazioni che agiscono nelle seguenti aree:

AREA SANITARIA: in questo ambito l’intervento è indirizzato alla stabilizzazione del quadro psicopatologico, supportato anche da un trattamento farmacologico adeguato, al suo monitoraggio costante, agli aspetti legati alla dipendenza, al quadro clinico generale, nonché alla informazione e all’educazione sanitaria.

AREA PSICOLOGICA: sin dal primo momento viene dato grande valore all’accoglienza, alla valutazione e all’osservazione. Il sostegno psicologico individuale e di gruppo persegue pertanto la finalità di sostenere l’utente sul piano emotivo nel corso del suo programma terapeutico. Si tenta di aumentare il livello di consapevolezza con l’obbiettivo di consentire l’apprendimento di strategie non distruttive per la gestione delle proprie problematiche e di migliorare la qualità della sua vita. L’intervento familiare è parte integrante del programma terapeutico.

AREA DELLA RIABILITAZIONE PSICO-SOCIALE: La riabilitazione è il fulcro del nostro lavoro. Per attivare un piano riabilitativo, ogni programmazione non può prescindere dalla approfondita conoscenza della persona afferente, dagli operatori qualificati, dalle tecniche e dagli strumenti adeguati. Per noi, è un processo dinamico che, partendo dalla relazione operatore_utente miri a fornire specifiche abilità, a sviluppare capacità espressive, socio e/o lavorativo. Le attività, i laboratori assumono una valenza terapeutica e sociale in quanto “oggetto di transizione” tra il dentro (la Comunità) e il fuori (la società, il contesto di appartenenza il mercato del lavoro).

 

CONTATTI
sp 240 Km 13,8 - 70018 Rutigliano BA
tel. +39 080 4778191 | fax +39 080 4771396

Responsabile: Pasquale Rubino | This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Coordinatore: Gaetano Somma